Torna alla pagina della famiglia.
Torna alla pagina precedente.
Francesco Quesada

Arma di Francesco Quesada Figo, sec. XVII. </b>(<i>ricostruzione virtuale</i>)<b>

Data Nascita1663
LocalitÓ NascitaSassari
PaternitÓProto Giuseppe de Quesada
MaternitÓdonna Giovanna Figo y Capodoro
Stato Civileconiugato in Sassari, nel 29.12.1706 con donna Caterina Angela Delitala y Manca
DiscendenzaGiuseppe Salvatore Ludovico, Maria Maddalena, George Carlos, Gavino, Maria Teresa, Maria Francesca, Angela Maria
RamoRamo principale
Titolo Nobiliarecavaliere, nobile, don
Altri Titolilaurea in giurisprudenza
Professionegiudice della Sala Civile
Data Morte15-11-1740
LocalitÓ MorteSassari
NoteSi laure˛ a Madrid nel 1685. Ufficiale a Madrid dal 1683 al 1686. Nel marzo del 1686 torna in Sardegna e nel maggio dello stesso anno fu assessore presso il tribunale del Santo Uffizio; fu poi giudice della Sala Civile. Intervenne alle Cortes del 1688.

Coniugato in Sassari, nel 29.12.1706 con donna Caterina Angela Delitala y Manca, morta nel 1727, figlia di don Giorgio Delitala y Manconj di Nulvi e di donna Elena Manca y Gaja dei marchesi di Mores di Sassari, cavaliere ereditario con patente del 11.8.1699; nobile sardo, don. La conferma dei diritti, privilegi e qualifiche nobiliari gli fu concessa dal re Carlo II con patente del 30.1.1700, dietro sua esplicita domanda del 14.9.1698. Eredit˛ in data 13.6.1700 dallo zio don Matteo Roca. la titolaritÓ sulle Scrivanie di Sassari, Alghero e Castel Aragonese.

Prima arma: partito, nel primo di rosso a quattro pali di ermellino (Quesada), nel secondo di argento con tre foglie di fico (Figo).

Concessione: A Francesco Quesada y Figo il 30.1.1700 (diploma posseduto dalla famiglia). Il titolo venne confermato il 4.8.1760 ai suoi tre figli.

Seconda arma: di rosso a quattro pali di ermellino scorciati e caricati con sei fiocchetti neri (moscature) disposti 2-1-2-1.

Motto: Potius mori quam foedari.

Figura: Sassari. Palazzetto Quesada, sul retro del Teatro Civico, portone di ingresso. Lo stemma Ŕ adorno della croce dell'Ordine Mauriziana. Sassari, cimitero, cappella di Famiglia.

Concessione: a Francesco il 11.8.1699 (diploma posseduto dalla famiglia).